in ,

Protestanti davanti all’ambasciata Russa a Roma: «Putin giù le mani dall’Ucraina»

Da 2014 in atto Ucraina è diventata una questione di punta nella geopolitica europea. Posizionata alle porte dell’UE, questa nazione subisce l’attacco alla sovranità – un’aggressione militare da parte della Russia.

È cominciata con l’annessione della Crimea, poi proseguita con un conflitto militare nella Regione del Donbas ed ora é entrata in una nova fase di escalation allargandosi al mare.
Nel mare Asov navi russe hanno attaccato un gruppo di navi ucraine, catturandone 3 e ferendo 6 membri dell’equipaggio di cui due in gravi condizioni. Altri 23 marinai ucraini sono stati catturati.  

Dopo le tensioni tra Russia e Ucraina, nel mare d’Azov gli sostenitori dell’Ucraina hanno organizzato una manifestazione a Roma a Castro Pretorio.

Gli manifestanti mostravano cartelli e striscioni con le scritte: «Putin, giù la mani dall’Ucraina» e «Terroristi russi via». I partecipanti all’iniziativa hanno protestato a poche centinaia di metri dall’ambasciata della Federazione russa in via Gaeta.

Video dell’attacco alle navi ucraini nel mare di Azov.

Батько загиблого в Неаполі Юрія Бусуйка: “Син врятував друзів ціною власного життя”

Manifestazione anti-russa a Milano: fermate l’aggressione contro Ucraina