in

Ambasciatore ucraino:” La Russia è passata alla vera e propria intrusione militare sul territorio dell’Ucraina”

   Il Commento di S.E. l’Ambasciatore d’Ucraina in Italia Sig. Yevhen Perelygin sull’attuale situazione in Ucraina

Eccellenza, come valuta l’attuale situazione nel Suo Paese?
La situazione è cambiata radicalmente. La Federazione Russa è passata dalla guerra camuffata alla vera e propria intrusione militare sul territorio dell’Ucraina. Lo consideriamo uno sfacciato atto di agressione.

Ieri notte le unità regolari delle forze armate delle Federazione Russa hanno occupato la città ucraina Novoazovsk e alcuni altri centri abitati d’Ucraina. Oltre 10000 civili abitanti di queste città sono di fatto diventati prigionieri degli occupanti russi. I cittadini d’Ucraina subiscono le pressioni psicologiche, rivevono le minaccie delle punizioni fisiche.
Con le sue azioni spudorate alla vigilia dei vertici dell’UE e della NATO la Russia dimostra la totale mancanza di rispetto del diritto internazionale, lancia una sfida a tutto il mondo democratico, distrugge l’attuale ordine mondiale.
Come conseguenza dell’introduzione delle unità regolari dell’armata militare russa in Ucraina è sorta una situazione nuova. Ciò significa in realtà un nuovo passo della realizzazione della strategia del Cremlino – la guerra senza annunciare la guerra, il traballamento dell’Ucraina, il gioco con i lati deboli dell’Occidente.

È ovvio che le prove di risolvere il problema con le persuasioni del Cremlino, moltiplicate per le sanzioni non hanno dato nessun resultato. L’agressore si muove come un bisonte senza badare alle perdite economiche e politiche. Egli capisce che le sanzioni sono una facenda temporanea mentre le zone di influenza conquistate sono una facenda duratura.

Basandosi su questo l’agressore svolge un gioco lungo cosciente dei punti deboli dell’Occidente e della grave situazione economica dell’Ucraina. Contando almeno sulla creazione del nuovo status quo mondiale, e al massimo di far traballare il sistema economico e finanziario mondiale.
Con le sue azioni la Russia coinvolge nella querra tutto il mondo.

Quali potrebbero essere le prossime azioni?
L’Ucraina è de facto diventata il teatro di guerra tra l’Occidente e l’Oriente, il quale l’Occidente vuole evitare e la Russia vuole ottenere. Noi svolgiamo la guerra al posto dell’Occidente mentre l’Occidente sta ignorando la realtà.
La Russia conta che l’UE e la NATO non reagiscano nuovamente, si limitino di esprimere la loro preoccupazione in risposta all’invasione militare. La Russia desidera dimostrare a tutto il mondo l’impossibilità degli sforzi internazionali di reagire alle sue azioni, desidera dichiarare il fallimento dei piani dell’Occidente di costruire un efficace sistema di sicurezza.

L’Europa affronta una scelta strategica fondamentale. In Europa è sorta la reale minaccia della guerra a larga scala, nei confronti della quale i conflitti sui Balcani e la Cecenia possono rivelarsi quali giochi infantili. Si tratta della Russia nucrleare che non considera i giocatori modiali né il diritto internazionale. L’Occidente e l’Europa devono reagire adesso per evitare le ulteriori complicazioni.

L’Ucraina utilizzerà tutte le misure per realizzare il suo diritto imprescendibile per l’autodiffesa in conformità all’articolo 51 dello Statuto dell’ONU.

L’Ucraina si rivolge a tutta lo comunità democratica internazionale, sopratutto alla NATO, all’UE e ai propri partner strategici, per fornire al nostro Paese un aiuto efficace e troncare l’agressione russa.
 

Агресія замаскована під міф про Новоросію

Італія просить європейські країни допомогти рятувати мігрантів